Osteopatia

L'Osteopatia
È una terapia manuale, naturale e dolce, complementare alla medicina tradizionale.
Tratta varie patologie senza utilizzare farmaci, studia l’individuo nel suo complesso e non si accontenta di risolvere il sintomo, ma va alla ricerca delle sue cause, che possono anche trovarsi distante dalla zona del dolore. Per questo può essere uno strumento efficace, in grado di risolvere in poche sedute anche i fastidi più resistenti ad altre terapie classiche.
Dopo un’accurata anamnesi ed un’attenta osservazione, l’osteopata  si avvale di diverse tecniche, riconducibili a quattro “branche” dell’Osteopatia che, integrate armonicamente nel trattamento, offrono un approccio globale (olistico), che tiene conto dell’unità dell’individuo:
STRUTTURALE
Valuta e tratta il sistema muscoloscheletrico (ossa, articolazioni, muscoli, legamenti, tendini...), attraverso tecniche di vario tipo: articolatorie, di trazione, inibitorie sui tessuti molli, tecniche ad energia muscolare, manipolazioni vertebrali dirette.
VISCERALE
Valuta e migliora la fisiologia degli organi interni (polmoni, cuore, stomaco, fegato, intestino...) trattandone la struttura stessa e i legamenti che la appendono al diaframma, alla struttura ossea o che collegano i vari organi tra di loro.
L'alterazione o il blocco di alcune funzioni viscerali si riflette sul sistema muscoloscheletrico (per via neurologica o meccanico- fasciale), quando la disfunzione che ne consegue è grave, l'attività motoria e il mantenimento della postura sono ostacolati.
Il processo è valido anche al contrario: se un tratto della colonna è bloccato e in disfunzione per lungo tempo, i nervi che da quel tratto portano informazioni ai visceri lavoreranno in maniera non ottimale, così la fisiologia del viscere in questione ne risentirà. (la struttura governa la funzione e la funzione induce la struttura).
CRANIO-SACRALE
Valuta la mobilità delle placche ossee del cranio e le relazioni che hanno, attraverso i muscoli, i legamenti e le meningi che vi si inseriscono, con i nervi cranici, il midollo spinale (e i nervi che ne fuoriescono), e con l’osso sacro. Liberando la meccanica cranica attraverso tecniche specifiche, si “sbriglia” il sistema nervoso dalle tensioni delle meningi, si migliora la circolazione cranica di sangue e liquido cefalorachidiano e si riducono dei vizi posturali di adattamento.
FASCIALE
Le così dette "fasce" sono il sistema di tessuto connettivale che avvolge e mette in comunicazione tutte le componenti del corpo, , a diversi livelli di profondità.Quindi una cicatrice che ha creato delle aderenze  tra i tessuti, o anche un semplice blocco di mobilità di un tratto del corpo, trasmetterà tensioni lungo il percorso delle fasce, esercitando una trazione che influenza la postura della persona. Con tecniche manuali è possibile sentire le tensioni della fascia e liberarla inducendo dei movimenti, così da ridurre o eliminare anche le influenze a distanza.
La struttura governa la funzione.A. T. Still
Per ottenere buoni risultati dobbiamo immergerci nelle verità della natura e viaggiare in armonia con esse.A. T. Still
La più grande materia di studio dell'uomo è l'uomo stesso.A. T. Still
L'osteopatia è anatomia, ancora anatomia, sempre anatomia.A. T. Still
INDICAZIONI TERAPEUTICHE
Grazie ai principi su cui si basa e all’integrazione delle diverse tecniche, l’Osteopatia interviene su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano, alla donna in gravidanza e si rivela efficace in diversi disturbi:

  • Cervicalgie
  • Lombalgie
  • Discopatie, sciatalgie, brachialgie
  • Dolori articolari e muscolari da traumi
  • Artrosi
  • Cefalee, nevralgie, acufeni
  • Alterazioni dell’equilibrio
  • Affezioni congestizie come otiti e sinusiti
  • Disturbi della masticazione
  • Disturbi dell'apparato digerente
  • Disturbi ginecologici
  • Stanchezza cronica
Plugin from the creators ofBrindes Personalizados :: More at PlulzWordpress Plugins